[tl;rl n.103] E tu quando vai in vacanza?

#4・
5.58K

iscritti

6

pubblicazioni

Iscriviti alla nostra newsletter

By subscribing, you agree with Revue’s condizioni generali and politica sulla privacy and understand that [tl;rl] la newsletter di Domitilla Ferrari will receive your email address.

[tl;rl] la newsletter di Domitilla Ferrari
[tl;rl n.103] E tu quando vai in vacanza?
di Domitilla Ferrari • Newsletter #4 • Visualizza online
Ciao, questa è la mia newsletter. Vorrei mandarne una al mese, ma non lo faccio quasi mai. Te l'hanno inoltrata? 📩  Puoi iscriverti lasciando la tua mail qua.
🐌 tl;rl sta per too long, read later al posto di tl;dr (troppo lungo, non letto): prenditi il tempo che serve.

Secret Breakfast Newsletter
Breakfast is ok, but at thist time of the day maybe you need a fast break
Come evitare fraintendimenti? Non si può. C'è chi fa il furbo, o la furba, e chi davvero non capisce, ma ecco una lezione utile su come affrontare le cose, con esempi facili: la replica di Mario Draghi in Parlamento dopo le sue dimissioni la settimana scorsa che, per spiegare le cose a prova di furbi fraintendimenti, ha usato frasi come «A questo punto esistevano due possibilità…» e altri modi chiari - come aggiungere, a mo’ di inciso, «rileggo» - a sottolineare la dichiarata incapacità altrui di comprensione del testo. Poi chi vuole continuare a pensare d'esser furbo, certo, lo farà.
E ora torniamo alle solite cose, poi andiamo in vacanza che il caldo riduce le capacità di concentrazione.
martino/pietropoli
Ho acceso il forno e mi ha detto che non c’era bisogno.
IL BIGNAMI DEL MARKETING
GeekQueer
Mi fa sempre molto ridere quando leggo "la cosa più bella che vedrete oggi" e poi di solito segue una foto o un video davvero brutto.
  • Google rimanda - di nuovo - il blocco dei cookie di terze parti a fine 2024. Bene. Poi se l'adv sarà cookieless sarà comunque qualcos'altro, a me basta che io venga profilata per interessi e non perseguitata da un adv che ha come target tutte le donne tra i 40 e i 50 anni con interessi, gusti, passioni diversi dai miei. A proposito: hai registrato il tuo numero di cellulare al Registro pubblico delle opposizioni? Serve a non ricevere più telefonate pubblicitarie non richieste da numeri sconosciuti, fissi e non. (Sul tema, più o meno, leggi anche: Il cordone ombelicale del numero fisso. Sul Financial Times).
  • «Non siamo obbligati a empatizzare, ma è utile, se non fondamentale, capire cosa muove gli altri, i famosi perché», lo spiega Nicola Bonora qui.
CONSIGLI PER LEADER PROMETTENTI
  • Come accelerare il percorso di creazione di valore a lungo termine in periodo di crisi? Qui la guida di EY 2022 CEO Outlook. In breve: tecnologia, M&A e supply chain.
  • Cosa succede quando mancano la cultura del lavoro, la cultura della legalità e pure quella della comunicazione. Su Dissapore.
  • Cos'è l'incompetenza inconsapevole? Oltre a essere la mia nuova definizione preferita, intendo.
  • È possibile accelerare la creazione di vicinanza e intimità tra due sconosciuti? Ovvero: come si fa un'intervista. Su Gua Sha.
BANALI COMPITI PER LE VACANZE
🗄️ DALL'ARCHIVIO
💌 TI È PIACIUTA QUESTA NEWSLETTER?
☕ Offrimi un caffè. Freddo.
📋 RIASSUNTO DELLE PUNTATE PRECEDENTI
Ho un blog dal 2003, che si chiama Semerssuaq. La prima newsletter l'ho mandata nel 2012 e l'ultima a marzo, poi ho cambiato lavoro, si sono susseguite un po’ di novità tra cui l'ultima che è questa e quindi mi sono distratta. E spero anche tu.
Simona V.
Ho disattivato Facebook e se ne è accorta solo una persona. Ho disinstallato Telegram e su Whatsapp non ho notifiche.
Ho archiviato tutti i contenuti di Instagram e, anche lì, se ne è accorta solo una persona. Forse ora lo disattivo. A occhio e croce se ne accorge solo mia zia.
La gente pensa a noi infinitamente meno di quanto crediamo. Non ci pensa quasi mai, questa è la verità.
Quindi, questa che hai letto è la newsletter numero 103, dentro ci sono 30 link e puoi inoltrarli tutti a qualcunə a cui vorresti farli leggere. A me farebbe piacere.
📩 Te l'hanno inoltrata? Non la ricevi perché non hai mai pensato di iscriverti? Puoi rimediare lasciando la tua mail qua. Dice L'Eco della Stampa che ne vale la pena.
Monica Papagna
Amo l'idea delle newsletter, ma alla fine sono sempre troppe e non le leggo.
Oltre a 103 numeri di questa newsletter ho scritto Il pessimo capo. Manuale di resistenza per un lavoro non abbastanza smart (Longanesi); Due gradi e mezzo di separazione. Come il networking facilita la circolazione delle idee (e fa girare l’economia) e Se scrivi, fatti leggere. L’importanza della riconoscibilità in Rete, entrambi per Sperling & Kupfer, ma è ancora più incredibile che io sia stata citata in questi 14 libri.
📻 Credo che il mondo sia piccolo e le connessioni un dono. Ne parlo in una serie su StorytelDue gradi e mezzo, 10 puntate e in 4 ore sai tutto (dico sempre le stesse cose). Non ho mai preso la patente, ma so andare a remi, e ho frequentato un MBA in Bocconi e con quello che è costato tanto vale ricordarlo dove si può.
👩‍🎓 Dal 2012 insegno Comunicazione Digitale all’Università di Padova e a settembre sarò relatrice di 3 tesi che analizzano la promozione territoriale dell'attività di enti diversi: Gemma, il museo di geologia dell’Università di Modena e Reggio Emilia, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, il Centro di recupero tartarughe marine di Lampedusa. Lo scrivo per dirmi brava, lo faccio spesso, ma non è mai abbastanza. E tu?
La prossima newsletter con i link delle cose che ho letto sulle questioni fondamentali della vita che mi fanno essere felice, capire meglio, essere più consapevole, triste o arrabbiata, arriva un giovedì, magari a settembre. E tu quando vai in vacanza?
❤️ Nel frattempo fai cose belle. 
Ti piace questa newsletter?
Domitilla Ferrari

💌 A volte una volta al mese, sempre con tanti link. E sì, parlo pure di marketing.

🐌 tl;rl sta per too long, read later al posto di tl;dr (troppo lungo, non letto): prenditi il tempo che serve.

Per non ricevere più questi aggiornamenti, clicca qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Curato con passione da Domitilla Ferrari con Revue.